Potatura abbattimento alberi Arezzo

Potatura abbattimento alberi Arezzo
Il parco del pionta è probabilmente il parco più bello della città di Arezzo, dove si trovano molti siti archeologici tra cui il primo duomo della città.
All’interno di questo parco ci sono molti edifici adibiti a uso ospedaliero e universitario.
Purtroppo da anni questo luogo ė in stato di degrado e, qualche anno fa, era stato presentato un progetto di recupero. Finalmente, nel 2015 sono riusciti a partire con questo progetto e, Sinergia Verde, Consorzio con sede a Firenze e presente in tutta la Toscana e non solo, ė riuscito a far parte di questo ambìto progetto.
Il Consorzio ha acquisito l’intero lavoro di manutenzione degli alberi ad alto fusto in subappalto dalla società Niccheri S.r.l, società attiva da molti anni in Arezzo nel settore dell’edilizia e della manutenzione delle ferrovie e aggiudicataria dell’appalto principale.
Il lavoro consiste in oltre 90 abbattimenti e circa 80 potature di cedri, platani e lecci di oltre 25 m di altezza. Il compito di Sinergia verde ė quello di garantire un futuro a queste piante, attraverso potature a regola d’arte, tutte eseguite con la tecnica del Tree-climbing. In particolare, nella zona centrale del parco, sono ubicati una decina di cedri di grandi dimensioni, che sono stati completamente ripuliti dal secco e in parte contenuti ed alleggeriti; le piante hanno cambiato aspetto, mantenendo comunque la loro forma e la loro dignità.
Gli abbattimenti, invece, sono stati eseguiti in gran parte al piede e solo in minima parte sono stati smontati in Tree-Climbing. Molti di questi abbattimenti hanno riguardato piante già morte e destinate a cadere; altre piante presentavano importanti problemi di marciume e cavità ed erano quindi pericolose.
Nel progetto é stata impiegata, fino ad oggi, una squadra di 7-8 Tree climbers, solo in parte impegnati nel lavoro su fune, poiché il resto della squadra si è occupata della gestione a terra del cantiere, lavoro molto impegnativo, in considerazione delle caratteristiche del luogo oggetto dell’intervento, molto frequentato da auto, studenti e passanti.
D’altro canto, la numerosità delle persone presenti ha dato visibilità al nostro intervento, consentendoci di ricevere numerosi apprezzamenti.
Una parte del lavoro è stato eseguito anche in giorni festivi, al fine di creare meno disagio possibile al traffico ospedaliero e universitario.
L’intervento verrà completato nel mese di febbraio 2016.