ARBORICOLTURA > Valutazioni di stabilità e pratiche amministrative

Il Consorzio vanta una buona esperienza nelle valutazioni di stabilità e nel disbrigo di pratiche amministrative, vista la presenza tra i suoi componenti di dottori forestali ed agronomi.

Questi professionisti possono seguirvi per ogni esigenza inerente al loro campo d’azione dalla semplice richiesta di abbattimento, ove ci sia bisogno di relazioni professionali, alle valutazioni di stabilità degli alberi.

La valutazione di stabilità è una scienza che si compone di una fase visiva, detta VTA, composta a sua volta da una precisa sequenza di valutazioni da assegnare per una serie definita di caratteristiche meccaniche dell’albero, visibili da un occhio esperto, sia da terra che, a volte, in quota sull’albero.

Solo in un secondo momento, se si rende necessario approfondire, si passa alla fase strumentale, ove, tramite una scelta di tecnologie, (tomografia, resistograf, ecc), è possibile misurare la composizione del legno del tronco oppure di qualche branca principale, per scoprire per esempio una aggressione fungina, altrimenti non certa.

La parte finale del metodo VTA prevede che l’analisi dia come risultato l’assegnazione dell’albero ad una classe di rischio che ne determina, sotto la responsabilità del professionista, la propensione alla caduta o rottura di parti.