Abbattimento alto fusto Firenze, Toscana

                                                         Tecniche di abbattimento

4 Abbattimento controllato douglasie in tecnica treeclimbing a Bivigliano4Talvolta si rende necessario l’abbattimento di una pianta ad alto fusto. I motivi possono essere molteplici, ad esempio: instabilità e conseguente pericolosità dell’albero, spesso correlata a patologie e difetti più o meno evidenti, che possono derivare anche da un’errata gestione; errata scelta in fase di impianto della specie, che ad esempio, comporta la presenza di piante eccessivamente grandi per la loro ubicazione; eccessiva densità delle piante, che crescendo iniziano ad interferire fra loro con possibili conseguenze negative; posizionamento errato in fase di impianto, che può in alcune casistiche comportare danni a manufatti con lo sviluppo della pianta e del suo apparato radicale.

La tecnica dell’abbattimento controllato rappresenta il fiore all’occhiello della professione dell’arboricoltore, il lavoro più impegnativo, dove l’abilità, le conoscenze e le capacità tecniche si esprimono al massimo. Mediante una combinazione di tecniche ed attrezzature particolari, come corde, carrucole e frizioni, è possibile abbattere alberi enormi in spazi molto ristretti, senza danni a manufatti o altre piante sottostanti. L’abbattimento controllato può essere effettuato sia “in corda”, ovvero con la tecnica del tree-climbing, che con l’uso di piattaforma aerea (PLE): in entrambi i casi sono necessarie le specifiche abilitazioni previste dalla legge, di cui dispone il personale del Consorzio.

Esistono diverse possibilità, e nella scelta della migliore tra queste incidono l’esperienza e le conoscenze dell’operatore. Fra queste ricordiamo brevemente:

  • Calata controllata “classica”: con l’utilizzo di corde, carrucole e frizione si calano le porzioni di albero tagliate rallentando o evitando l’impatto a terra. Dove necessario, si può anche influire con diverse tecniche su direzione e luogo di caduta.
  • Teleferica: si tende una corda che dall’albero che si sta abbattendo va verso la zona di arrivo del materiale. A questa corda verranno vincolati i pezzi da tagliare, che staccandosi dall’albero, per gravità si sposteranno lungo la teleferica verso il punto di arrivo.
  • Abbattimento con gru: l’operatore in questo caso si avvale dell’ausilio di una gru, che asporta verso l’alto le porzioni di chioma o di tronco tagliate o, in casi più rari, la pianta intera. Può infatti succedere che, in caso di piante molto grandi in spazi molto ristretti, possa convenire montare una gru di grosse dimensioni, legare la pianta e, col solo taglio alla base, sollevare la pianta e collocarla in uno spazio più idoneo per depezzarla e asportare il materiale di risulta.

Il Consorzio Sinergia Verde possiede i mezzi e il personale per esprimere lo stato dell’arte in questo settore. Del resto, l’abbattimento di un albero è un’operazione che necessita esperienza, perizia e una profonda conoscenza tecnica sull’utilizzo delle attrezzature. L’utilizzo della motosega e l’entità dei pesi movimentanti ne fanno uno dei lavori più pericolosi svolti all’interno di un giardino e su un albero.

Il personale del consorzio possiede il bagaglio tecnico e l’esperienza necessaria per svolgere quest’attività in completa sicurezza. Galleria lavori abbattimento

                                                         Il lavoro di Tignano

Siamo intervenuti per IMG_20160802_143726abbattere tre pini a Tignano in provincia di Firenze. La loro posizione non era “comoda”, poiché a ridosso del confine col vicinato, delimitato da una rete. Abbiamo quindi eliminato la chioma legando e calando ogni ramo in modo che non cadesse nella proprietà vicina. Avendo spazio sufficiente, la punta è stata abbattuta intera, direzionando la caduta in alcuni casi con la sola tecnica di taglio (video), in altri aiutandosi con una fune di tiro.

Una volta abbassato a sufficienza il tronco, questo è stato abbattuto nella direzione più comoda e corretta avvalendosi anche dell’ausilio di cunei e di un paranco, quindi è stato comodamente depezzato (foto).